venerdì 17 giugno 2011

Patchwork diventato una passione

Ho sempre pensato che il patchwork fosse una tecnica faticosa , meticolosa e forse troppo lunga per il mio tempo libero, in più i risultati che si ottengono sono alquanto COUNTRY per i miei gusti.
Qualcuno una volta mi disse che più si va avanti con l'età e più il gusto diventa country...mah!Io non so se sono cambiata, se è la mia gravidanza in corso o altro ma mi sono avvicinata a questa tecnica per curiosità!

Per prima cosa sono rimasta colpita dalle creazioni del Mondo di Chiara trovata per caso su Facebook ed in particolar modo dalla sua coperta patchwork Pecorelle. Lo stile semplice, l'abinamento dei colori e la lontananza da quello stile che credevo fosse la caratteristica principale del patchwork mi hanno fatto venire voglia di provarci.
Dal suo blog ho potuto studiare ed imparare...è diventata sia musa che maestra della mia avventura.
Così ho cercato anche dei tutorial e dai corsi di Cucimania, seguendo il  n.20 della prima serie e poi il n. 10- 11- 12- 17 della seconda ero pronta a cucire.
 Ma cosa fare?
Sicuramente una copertina e dei paracolpi per la mia bimba in arrivo, ma quali tessuti scegliere?
Ho cercato e trovato su etsy dei fantastici tessuti americani dal tema goloso e dolcioso


ed ho iniziato a progettare la copertina, in 15 gg i tessuti erano da me e dopo 2 gg di lavoro la mia prima creazione patchwork era finita.
























Che ne dite?Piacerà alla mia piccola Desirèe?

4 commenti:

  1. Penso proprio di si ;)

    RispondiElimina
  2. Non so se a Desirèe piacerà, ma a me piace tantissimo!!! SOPRATTUTTO perchè sono cupcake dipendente!

    RispondiElimina
  3. Bellissimissima!!! le piacerà eccome!!!

    RispondiElimina